09 lug 2012

TEORIA DELLO SCRUB



Va bene sia per la donna sia per l’uomo, è un trattamento che ridona luce alla pelle affaticata dallo stress e aggredita dallo smog. Dobbiamo riconoscere, però, che l’uomo, soprattutto negli ultimi tempi, è diventato sempre più protagonista indiscusso dei centri di benessere e centri estetici tanto da rivoluzionare anche le tendenze delle case cosmetiche. Di fatti, se un tempo si preoccupava solo dei propri capelli (pensiamo alle vecchie pubblicità sulla brillantina o gelatina) o solo della lametta per la barba, oggi fa le stesse cose di una donna: compra creme anti rughe, si tira le sopracciglia, si depila e fa trattamenti per il viso come lo scrub. Dunque se dobbiamo fare una valutazione di principio, possiamo dire con certezza che almeno da questo punto di vista, gli uomini e le donne sono sullo stesso piano. Quello dell’estetista.



Un pò di storia...

I primi a pensare al benessere del corpo sono stati i greci e romani con le thermae, ma gli arabi hanno ottimizzato le loro tecniche diventando i precursori, senza volerlo, del wellness inteso come benessere del corpo e dell’anima. Di fatti questo è un principio che si sposa bene con la cultura islamica. Nel Corano si legge che l’uomo prima di fare la preghiera deve purificarsi, dunque, deve lavare il suo corpo: viso, mani e piedi. E se non può farlo con l’acqua, qualora si trovi nel deserto, deve farlo con la sabbia.

Questo rituale della purificazione lo ritroviamo anche nell’hammam (presente in ogni quartiere della Medina), più conosciuto come bagno Turco, dove l’aspetto più interessante non è il bagno al vapore che ha effetto depurativo, alternato alle docce fredde, quanto il massaggio esfoliante, oggi comunemente detto scrub. Nell’atmosfera suggestiva di un vero hammam, dove gli uomini sono separati dalle donne, i protagonisti sono i massaggiatori.

Fanno stendere l’ospite su un caldo letto di pietra e con l’ausilio di un guanto di crine e oli profumati lo sottopongono a un trattamento energico che coinvolge ogni parte del corpo. Prima strofinano il corpo in ogni suo punto con il guanto. La pelle morta, cioè quella ruvida e opaca che si concentra soprattutto vicino a talloni, ginocchia, polpacci, gomito, viene via lasciando spazio a una pelle luminosa e rinnovata.

Poi si procede al massaggio con il quale trae beneficio l’intero organismo poiché è eseguito con tecniche particolari che stimolano la microcircolazione. Va detto, però, che generalmente il trattamento è eseguito da mani molto forti, dunque non tutti potrebbero gradirlo, per cui è consigliato invitare il massaggiatore a eseguire un massaggio più leggero. Dopo il trattamento, gli uomini da una parte e le donne dall’altra si ritrovano a degustare te e narghilè.

A cosa serve lo scrub...

Lo scrub (denominato anche gommage o peeling) oggi è un trattamento indispensabile poiché aiuta a eliminare le cellule morte che si concentrano su alcuni punti chiave del nostro corpo. Da soli possiamo renderci conto quali sono. E’ sufficiente provare ad accarezzare il proprio corpo, magari aiutandosi con un olio naturale come quello di mandorle dolci. Secondo il tipo di pelle, noteremo una certa rugosità sotto i talloni o vicino le ginocchia; oppure ai gomiti o agli avambracci, senza escludere i glutei dove la pelle può inspessirsi notevolmente.

Soprattutto in questi punti appare più scura e poco luminosa poiché le cellule morte, prive di acqua e brillantezza, non sono state eliminate naturalmente dal processo di rinnovamento della pelle. Sappiamo, infatti, che la pelle si rinnova in continuazione, dallo stato profondo nascono le cellule vitali e fresche, man mano che arrivano in superficie, però, perdono acqua e luminosità. Dunque più tempo queste cellule restano nella superficie della pelle, più la pelle apparirà opaca e inspessita. Per questa ragione occorre aiutarla a rinnovarsi, cioè occorre che lo scrub viso e corpo, diventi una buona abitudine da coadiuvare con una sana alimentazione.

Viviamo sempre di corsa, quasi facessimo una gara contro il tempo, ma chissà come mai non riusciamo a ritagliare durante la giornata una mezzoretta per il nostro benessere. Quel distacco dal resto del mondo, a cellulare spento, è indispensabile a ritrovare in primo luogo un equilibrio interiore e in secondo luogo a combattere lo stress che fa tanto male alla nostra pelle.

Certo il tempo non potremo fermarlo ma almeno avremo dato il giusto valore a noi e al nostro essere. Basta solo un piccolo sforzo di volontà: la cura di sé, di là dal desiderio di apparire belli, dovrebbe diventare un automatismo. Come lavarsi i denti dopo ogni pasto o pettinarsi. Come dicevamo, naturalmente, di pari passo va curata anche l’alimentazione, poiché il segreto della bellezza sta nell’idratazione della pelle che va garantita dall’esterno ma anche e soprattutto dall’interno, bevendo molta acqua e assumendo cibi ricchi di fibre.

Risultati immagini per scrub corpo

Tre tipologie di scrub...

Ci sono principalmente tre tipologie di scrub che possiamo classificare in: scrub meccanici con esfolianti e senza esfolianti; scrub chimici ad azione superficiale (epidermici) e ad azione profonda (dermici); scrub enzimatici.
Scrub meccanici con esfolianti: si utilizzano creme, lozioni e oli in cui possono essere presenti sferette di polietilene, noccioli di frutti polverizzati e ben levigati, semi polverizzati, granuli di sale (sali del Mar Morto). Le dimensioni di queste particelle danno al trattamento carattere esfoliante (se sono più grandi), o levigante (se sono più piccole). La presenza di elementi grandi li rende indicati per il trattamento di pelli ruvide.
Scrub meccanici senza esfolianti: sono creme a base di argilla, che, lasciate seccare dopo l’applicazione, sono asportate sotto forma di trucioli che catturano cellule morte e impurità. Questo tipo di scrub è consigliato per pelli morbide e sensibili.
Scrub chimici ad azione superficiale: si utilizzano sostanze che agiscono a livello degli strati epidermici e sono definiti peeling “dolci”. Sfruttano l’azione degli AHA (Alfa Idrossi Acidi) in particolare quella dell’acido glicolico (c’è anche l’acido melico estratto dalla mela, quello tartarico dell’uva, ecc…) a concentrazione compresa tra il 20% al 70%. L’acido glicolico si ottiene dalla canna da zucchero che ha un peso molecolare basso, per questa sua caratteristica ha una migliore facilità di penetrazione e dunque di assorbimento ed esfoliazione.

Mentre l’estetista deve utilizzare esclusivamente peeling a concentrazione compresa tra il 20 e il 30% di acido. Solo i medici-dermatologi sono autorizzati a impiegare concentrazioni più elevate. Poiché gli interveti oltre il 30% sono particolarmente abrasivi, e in questo caso specifico ci vuole la competenza di un medico specialista. Sono indicati per trattamenti viso anti-macchia e anti età.

Scrub chimici ad azione profonda: agiscono a livello di derma per questa ragione sono più efficaci per contrastare le rughe, ma presentato controindicazioni. Dopo il trattamento, la pelle rimane arrossata per giorni (effetto aragosta), spesso necessità di bendaggi.

In alcuni casi si possono presentare infiammazioni con conseguenti iperpigmentazioni o ipopigmentazioni, che possono provocare effetti indesiderati sulla pelle difficili da eliminare. Generalmente è impiegato per la cura l’acne, oltre che per contrastare le rughe.
Scrub enzimatici: contengono enzimi proteolitici, in grado cioè di dissolvere le proteine (cheratina) di origine animale (tripsina, pepsina e chimo tripsina) o vegetale (papaina o bromelina). È un trattamento anti età, come quello chimico, va eseguito affidandosi a mani esperte.

Scrub viso, scrub corpo: differenze ed effetti...

Lo scrub viso. Generalmente è un momento di un altro trattamento: è eseguito soprattutto durante la pulizia del viso. Si può fare da soli giacché sul mercato troviamo numerosi prodotti cosmetici facili da usare che, tra l’altro, uniscono qualità e prezzo; oppure possiamo preparare in casa miscele naturali. Sempre meglio, comunque, affidarsi alle mani esperte di un’estetista. Ne trarremo diversi benefici.

In primo luogo avendo fissato l’appuntamento non potremo non andarci, a casa invece potremmo essere catturate dalla pigrizia e rinviare l’appuntamento con il nostro corpo a data da destinarsi; in secondo luogo nei centri estetici c’è l’atmosfera giusta che permette di rilassarsi: musica, luci soffuse e aromi deliziosi. Certo ciò rappresenta un costo per le nostre tasche ma dato che la pelle si rinnova ogni mese, è sufficiente fare lo scrub viso mensilmente.

Naturalmente bisogna valutare la tipologia di scrub impiegato. Nel caso di scrub meccanico con esfoliante leggero, si può eseguire settimanalmente, ma non bisogna esagerare poiché si tratta comunque di attività abrasiva sulla pelle. Gli effetti: Ne gioverà l’aspetto perché la pelle apparirà più levigata e liscia. Il colorito sarà più uniforme, avrà maggiore luminosità e al tatto la pelle apparirà più morbida.

Lo scrub corpo. Vale esso stesso come trattamento. Dura un’ora, ed è accompagnato da piacevoli massaggi che devono essere eseguiti da estetiste professioniste. Anche questo andrebbe fatto mensilmente, prima di qualunque tipo di trattamento e in preparazione del corpo all’abbronzatura. Almeno un mese prima dell’estate. Se la pelle è abbronzata lo scrub va eseguito comunque, poiché non è vero che elimina l’abbronzatura. Anzi depurando la pelle dalle cellule morte, l’abbronzatura ha una maggiore tenuta.

Gli effetti: Attenuando l’effetto buccia d’arancia, soprattutto la pelle delle gambe, all’altezza delle cosce, apparirà più levigata e compatta. Tra l’altro sarà nelle condizioni ottimali per accogliere ogni altro tipo di trattamento. Secondo gli esperti è opportuno, per esempio, fare lo scrub corpo prima dei trattamenti anticellulite poiché prepara la pelle a ricevere meglio i principi attivi dei prodotti impiegati, tanto da renderli più efficaci.

È logico che i trattamenti da soli non servono a eliminare la cellulite, occorre pensare tutto l’anno e non solo poco prima della prova costume a una buona combinazione di fattori: trattamenti, alimentazione sana, ed esercizio fisico (passeggiate a piedi o in bici, nuoto ecc.)

Scrub fai da te...

Come base del nostro scrub fatto in casa possiamo usare due elementi naturali: olio d’oliva o miele. Entrambi hanno effetti idratanti, il primo, però, non è di facile assorbimento, dipende dalla tipologia di pelle. È sicuramente consigliato per pelli secche. Prima di spalmarlo sul viso fate una prova sulle mani, verificate il tempo di assorbimento.

Il secondo è profumato ma tende a incollarsi alla pelle per cui nel momento in cui si applica bisogna eseguire massaggini concentrici, tenendo accuratamente i capelli legati o fermi con una bella fascia, altrimenti rischiamo di fare pasticci. Una volta scelto il nostro ingrediente base, facile da recuperare in casa, versiamo due cucchiaini di olio o uno abbondante di miele in una tazzina e aggiungiamo a scelta due cucchiaini di sale fino; oppure un cucchiaino di cannella in polvere.

E’ consigliabile, in quest’ultimo caso, quella venduta nei negozi del mercato equo e solidale, poiché non è raffinata, nel massaggio si sente sotto le dita. Sicuramente la miscela di miele e cannella è ideale, poiché lascia la pelle oltre che pulita anche molto profumata. Il composto così ottenuto va messo sul viso, evitando il contorno occhi, e massaggiato delicatamente per qualche minuto. Va rimosso con dell’acqua tiepida aiutandovi con delle spugnette.

Per lo scrub corpo, si può sostituire il sale fino con del sale grosso. In questo caso bisogna aumentare le quantità di olio o miele da impiegare. Ci si regola un po’ a occhio. Il composto ottenuto va spalmato e massaggiato nei punti critici: iniziamo dai talloni, passando alle ginocchia, cosce e glutei.

Senza trascurare gli avambracci e i gomiti dove la pelle è dura e nodosa. Piano, piano con delicatezza le cellule morte verranno via e le gambe saranno pronte anche a una perfetta depilazione.

Un consiglio. Siccome si rischia di sporcare tutto quello che tocchiamo, è bene preparare l’area bagno riponendo per terra dei tappetini usa e getta o lavabili. Subito dopo lo scrub, idratiamo la pelle con una crema corpo oppure con olio di mandorle dolci, davvero miracoloso.


CREA IL TUO SEMPLICE SCRUB: SCRUB MIELE-ZUCCHERO-CANNELLA

La fonte della bellezza è dentro ognuno di NOI!

Creazione di DARIO&SIMONA



Sei interessato al nostro libro e vuoi saperne di più? Clicca qui!



Clicca qui per vedere i nostri video sul canale youtube di Brigantia Channel.

Clicca qui per andare alla Pagina Facebook dedicata al nostro libro "Cosmesi Naturale".

Segui Freya Kosmetik su Facebook: Freya Kosmetik's page
Ci trovi anche su Twitter: @FreyaKosmetik
Ci trovi anche su Pinterest:  Profilo Pinterest Freya Kosmetik

Creative Commons License

Il contenuto di questo blog, testi, foto, formulazioni, è protetto da licenza sui diritti d'autore rilasciati da Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported  License E' vietato utilizzare le opere qui contenute senza citare gli autori ed il blog come fonte e senza esplicita autorizzazione richiesta  a Dario e Simona, è altresì vietato modificare le opere contenute in Freya Kosmetik.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare. Si declina ogni responsabilità per allergie individuali verso gli ingredienti descritti.  

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...