09 lug 2012

FORMULAZIONE DI UN PROFUMO





“Nasce l'alba su di me
mi lascia andare al tuo respiro,
e mi accompagno con i ritmi tuoi
ti sento in giro, ma dove sei?
Con tutte quelle essenze che ti dai
non so chi sei, non sudi mai, sei sempre
piu lontano...voglio il tuo profumo!”
(Gianna Nannini-Profumo)


COSA E' UN PROFUMO?

Profumo (dal latino per, "attraverso", e fumum, "fumo" attraverso il francese parfum) è una miscela di una base di alcool o sostanze oleose, con sostanze odorose, il cui uso è principalmente quello di procurare sensazioni olfattive gradevoli, che stimolino un senso di benessere.

Per tutti noi, novelli profumieri ecobio, saranno sufficienti pochi ingredienti facilmente reperibili per creare un Profumo unico al mondo: il nostro.
Il profumo, in qualità di essenza gradevole, viene utilizzato sia dagli uomini che dalle donne soprattutto per sottolineare la propria personalità, il proprio stile o i propri gusti.
Per le persone più soggette ad allergia, le quali possono avere reazioni di tipo differente a seconda del profumo testato, è consigliabile testare il prodotto per vedere se il profumo è compatibile con le caratteristiche del proprio corpo. Per meglio confermare il test, bisognerebbe ripetere la prova dopo una pausa di 10 giorni.
Solo dopo il secondo test emergono le reazioni allergiche dell´epidermide e si può constatare
l´eventuale irritazione od allergia: se si tratta di allergia è meglio evitare l´acquisto del profumo o chiedere un trattamento di ipersensibilizzazione al proprio medico curante (ancora meglio se al dermatologo). Per una semplice irritazione è sufficiente ridurre la frequenza o la quantità dell´uso del prodotto interessato. Un breve arrossamento può essere conseguenza naturale del primo impatto della nuova sostanza sulla pelle.
I profumi sintetici che si trovano in profumeria e nei negozi spesso contengono composti tossici ed allergenici composti da derivati del petrolio inorganici usati come fissanti del profumo e prodotti chimici di laboratorio solitamente diluiti in solventi sintetici ed alcool.
Queste sostanze sono spesso causa di allergia e sfogo dalla maggiorparte di persone e determinano un intolleranza a moltissimi tipi di prodotti e profumi puri, infatti nei prodotti per pelli delicate e sensibili si usa anche usare quantità minime di profumo per minimizzare gli effetti allergici del prodotto finito.
Creare i propri profumi naturali è senza dubbio un ottima scelta per avere ed usare un profumo totalmente naturale di cui noi conosciamo veramente la sua composizione e le sue proprietà. Per poter creare un profumo è sicuramente utile capire come crearlo senza fare pasticci vari ed inutili sprechi di rari e preziosi oli essenziali.Intanto cominciamo a distinguere tra Parfum, Eau de Parfum, Eau de Toilette e Eau de Cologne, che differiscono in ragione della percentuale di concentrazione dell'olio essenziale rispetto all'alcool: La diversa concentrazione incide in primo luogo sulla persistenza del Profumo, si va dalle 4 ore dell'Eau de Cologne alle 8 del Parfum.

I profumi che generalmente si trovano nei negozi sono suddivisi in 4 categorie definite.

PARFUM
% oli essenziali= 15-30
% di alcool in acqua= 90

EAU DE PARFUM
% oli essenziali= 8-15
% di alcool in acqua= 80-90

EAU DE TOILETTE
% oli essenziali= 4-8
% di alcool in acqua= 80-90

EAU DE COLOGNE
% oli essenziali= 3-5
% di alcool in acqua= 70

Questa scala non è messa a caso, ma è definita dalla quantità di essenza che si trova nel profumo, e quindi dètta inevitabilmente la sua permanenza e durata sulla pelle.

Partiamo subito con le più comuni forme di profumo che si possono creare col fai-da-te:

Profumi liquidi
Profumi oleosi
Profumi solidi

Noi ci occuperemo in questo topic di profumi liquidi. Per creare profumi liquidi basta semplicemente diluire le essenze nelle percentuali che si desidera( facendo riferimento alla tabella delle tipologie dei profumi più in alto) con dell'alcool etilico a 95 gradi, il comune alcool che si usa per preparare dolci e bevande , non quello denaturato, e poi si uniscono acqua e glicerina. Si diluiscono le essenze con l'alcool in un contenitore di vetro e si mescola delicatamente, lasciando maturare al buio il profumo, dentro una bottiglia di vetro scuro per almeno 1 settimana agitando di tanto in tanto. Le composizioni dei profumi non vengono create subito, ma hanno bisogno di un tempo di maturazione per fare in modo che tutte le essenze si fondano per creare la composizione finale,( un pò come per i saponi che per essere maturi per l'uso devono maturare per diverso tempo) per far questo è necessario far maturare il profumo per almeno 2 settimane in modo da avere già un profumo maturato, ma che col tempo cambierà lievemente.
Questo in breve, poi vedremo per bene ogni passaggio!

PROFUMO E TIPO DI PELLE

Quando vogliamo formulare un profumo prendiamo in considerazione anche che tipo di pelle abbiamo noi o la persona a cui andrà il profumo. Se si ha la pelle grassa, scegliere fragranze leggere, perché questo tipo di pelle riesce a mantenerla più a lungo, al contrario se avete la pelle secca, optate per profumi più intensi, dato che questo tipo di pelle assorbe velocemente la fragranza. Ricordate anche che i profumi fruttati sono più adatti alla stagione estiva, mentre d’inverno sono più indicati quelli dalle note legnose e più intense.


OCCORRENTE PER UN PROFUMO LIQUIDO

BECHER DI VETRO TARATO ML
CUCCHIAINI DOSATORI ML IN ACCIAIO INOSSIDABILE
CONTAGOCCE
IMBUTO MEDIO-PICCOLO
OLI ESSENZIALI O ASSOLUTI
ALCOL A 95°
GLICERINA
FISSATORE
ACQUA DISTILLATA
BOTTIGLIA DI VETRO SCURO
VAPORIZZATORE SPRAY

Il Profumiere deve utilizzare le materie prime come un pittore adopera la tavolozza dei colori, sfruttandone al massimo gli effetti e tenendo conto della loro interazione per dare vita ad una creazione sicuramente unica ma anche fisicamente stabile...Con un sfida in più: quella di anticipare con l’immaginazione nella fase iniziale di stesura della formula su carta, il risultato olfattivo finale. Come un musicista…
Dal punto di vista puramente tecnico, una composizione è un assemblaggio in successione di materie prime complementari tra di loro.
Ogni accordo di materie prime della stessa famiglia costituirà una sfaccettatura olfattiva con specifiche caratteristiche fisiche, che nell’ evaporare con diversa volatilità costituiranno la struttura teorica del profumo o “piramide”, divisa in 3 fasi di sviluppo: la testa, il cuore e il fondo.


LA PIRAMIDE OLFATTIVA


La piramide è una visualizzazione teorica del grado di evaporazione dei componenti e della loro persistenza. E’ costituita da 3 livelli che permettono di illustrare lo sviluppo temporale della fragranza.

Le note di TESTA sono fresche e leggere e di debole persistenza, svaniscono in pochi minuti.
Quei pochi minuti che bastano per scatenare la voglia di scoprirlo, ecco perché si definisce questa fase ’ il “volo del profumo”, costruito generalmente da agrumi, piante aromatiche e note acquatiche o marine.

Le note di CUORE sono più potenti, più consistenti delle note di testa e di media persistenza. Per due o tre ore si intrecceranno gli odori dei fiori, della frutta e le note verdi, espressione della ricchezza di un profumo e della sua “scia”.

Le note di FONDO, legni, muschi, note ambrate, vaniglia, spezie, note animali ecc, evaporano con sensuale lentezza e possono persistere per giorni. Esprimono la “personalità” del profumo che ne genera la fedeltà nell’uso.




Ogni nota profumata si evolve in modo personale e particolare quando viene a contatto con la pelle di ciascun individuo.
Dopo esserci procurati tutto il materiale che ho esposto in alto, decidiamo se vogliamo farci un parfum, eau de toilette ecc Così facendo ci facciamo un' idea di quanta % di o.e. dobbiamo usare in totale sulla preparazione. Poi su un foglio di carata disegniamo un triangolo, è questo il momento di costruire la nostra piramide olfattiva, la punta in alto è il luogo delle note di testa, la parte centrale quelle di cuore e quella più in basso le note di fondo o di base. Qui nessuno potrà insegnarvi, solo la vostra fantasia sarà la vostra guida, volete un profumo floreale? Agrumato? Consultando le famiglie olfattive potrete essere guidati nella scelta e decidere il tema del vostro profumo. Facciamo un esempio: voglio un profumo floreale e lievemente orientale, allora sceglierò o.e. di lavanda e geranio, o.e. di arancio, o.e. di mirra e cannella. Poniamo che io voglia fare un eau de toilette, dalla tabella in alto sappiamo che la % di o.e deve essere da 4 a 8. Che significa questo?

1% significa 1 ml di OE (= circa 20 gtt)
5% significa 5 ml di OE (= circa 100 gtt)
(gtt=gocce)

Tenendo presente che 20 gocce di olio essenziale corrispondono approssimativamente ad 1 ml, siccome per l'eau de toilette ne dobbiamo usare da 4 a 8 e io scelgo 4 ad esempio, allora devo mettere 4ml di o.e. Ossia 80 gtt in totale degli oli che ho scelto in precedenza.
http://www.fitomedical.com/nozioni_base.asp?ind=6
Adesso che abbiamo scelto gli oli essenziali, sappiamo la quantità da usare, andiamo a stendere la piaramide olfattiva. Siccome il profumo lo voglio floreale e lievemente orientale procederò così:

NOTE DI TESTA
Lavanda 40 gtt
Arancio 10 gtt

NOTE DI CUORE
Geranio 25 gtt

NOTE DI BASE
Mirra 3 gtt
Cannella 2 gtt

40+10+25+3+2=80 gtt di o.e. che indicativamente equivalgono a 4% di o.e. E avrò così un eau de toilette molto fresca, leggera e floreale, con la mirra e la cannella che danno un tocco di carattere al profumo e l'arancio un po' asprigno che stempera un po' la dolcezza dei fiori.

Adesso passiamo all'alcol e all'acqua e glicerina e al fissatore del profumo. Io uso il Balsamo del Perù e mi sono trovato bene, e lascia un leggero retrogusto ambrato e vanigliato al profumo, è molto mistico e accattivante! Usiamo il fissatore affinché il profumo evapori più lentamente dalla nostra pelle e persista di più e ne mettiamo una goccia scarsa, non è comunque obbligatorio il fissatore. La glicerina la usiamo per evitare l'effetto secchezza che può dare l'alcol alla nostra pelle.
Nel nostro becher di vetro tarato in ml o con l'ausilio di cucchiaini dosatori misuriamo la quantità di alcol che in questo caso è 80-90 % o ml, misuro 90 ml di alcol e il resto lo suddividiamo in 5 ml di acqua distillata e 5 ml di glicerina e siamo arrivati a 100 ml di prodotto. Ora vi chiederete, ma ci sono quei 4 ml di o.e. ecc... e fate bene, anche noi ce lo siamo chiesti, ma siccome l'evidenza fuga ogni dubbio noi vi diremo che nel nostro becher quando avevamo la quantità totale di tutto siamo arrivati agli ml finali e non è avanzato oltre quello che volevamo. Ci siamo dati questa risposta: gli o.e. sono talmente eterei e leggeri che non influiscono! Magari stiamo dicendo una scemenza e ce ne scusiamo ma noi abbiamo notato tutto ciò! Ricapitolando:


I PASSO

MISURIAMO L'ALCOL E LO VERSIAMO NEL BECHER.
DILUIAMO IL FISSATORE NELL'ALCOL, MESCOLANDO CON PAZIENZA QUALCHE MINUTO.

II PASSO

AGGIUNGIAMO UNO PER UNO GLI OLI ESSENZIALI, AIUTANDOCI CON UN CONTAGOCCE
PER ESSERE PIU' PRECISI POSSIAMO CONTARE LE GOCCE VERSANDOLE SU UN CUCCHIAINO IN ACCIAIO INOSSIDABILE E POI LE VERSIAMO NELL'ALCOOL, COSI' NON SBAGLIEREMO FACENDO CADERE ACCIDENTALMENTE QUALCHE GOCCIA IN PIU', BISOGNA ESSERE PRECISI NEL FARE IL PROFUMO. AD OGNI AGGIUNTA SI MESCOLA PER BENE E SI PASSA AL SUCCESSIVO OLIO.

III PASSO

DOPO AVER INSERITO TUTTI GLI O.E. AGGIUNGIAM LA QUANTITA' DI ACQUA E GLICERINA. MESCOLIAMO. CON UN IMBUTO VERSIAMO TUTTO IL CONTENUTO DEL BECHER IN UNA BOTTIGLIETTA DI VETRO SCURO E RIPONIAMO IN FRIGO PER UNA SETTIMANA O ANCHE 2, AGITIAMO OGNI TANTO. PASSATO QUESTO CICLO DI TEMPO, TRAVASIAMO IL PROFUMO IN UN VAPORIZZATORE SPRAY ED E' PRONTO PER L'USO. TENERE AL RIPARO DALLA LUCE E DA FONTI DI CALORE!!!

Quindi:

scegliamo la categoria del profumo
scegliamo gli o.e. e li suddividiamo nelle loro note specifiche
schematizziamo la piramide olfattiva
misuriamo la quantità di alcol
aggiungiamo il fissatore (non obbligatorio)
aggiungiamo le gtt di o.e. nell'alcol, uno alla volta e mescoliamo
aggiungiamo acqua e glicerina e mescoliamo
travasiamo in bottiglia di vetro scuro
lasciamo in frigo e agito lentamente di tanto in tanto per 1-2 settimane
al termine del tempo di maturazione filtro il profumo se ci sono residui e imbottigliamo in un vaporizzatore spray.

Creazione di DARIO&SIMONA


La fonte della bellezza è dentro ognuno di NOI

Creazione di DARIO&SIMONA


Sei interessato al nostro libro e vuoi saperne di più? Clicca qui!



Clicca qui per vedere i nostri video sul canale youtube di Brigantia Channel.

Clicca qui per andare alla Pagina Facebook dedicata al nostro libro "Cosmesi Naturale".

Segui Freya Kosmetik su Facebook: Freya Kosmetik's page
Ci trovi anche su Twitter: @FreyaKosmetik
Ci trovi anche su Pinterest:  Profilo Pinterest Freya Kosmetik

Creative Commons License

Il contenuto di questo blog, testi, foto, formulazioni, è protetto da licenza sui diritti d'autore rilasciati da Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported  License E' vietato utilizzare le opere qui contenute senza citare gli autori ed il blog come fonte e senza esplicita autorizzazione richiesta  a Dario e Simona, è altresì vietato modificare le opere contenute in Freya Kosmetik.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare. Si declina ogni responsabilità per allergie individuali verso gli ingredienti descritti.  






71 commenti:

  1. Ciao, mi potresti indicare che tipo di fissatore bisogna usare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, io mi sono trovato molto bene con il Balsamo del Perù e l'assoluto di benzoino...

      Elimina
    2. Mi sapresti indicare dove posso comperare il balsamo del Perù ? grazie.

      Elimina
    3. Ciao Maes, puoi trovarlo online sul sito Aromazone oppure Dragonspice. A presto.
      D&S

      Elimina
  2. Ciao,
    ti ringrazio molto per le spiegazioni molto chiare. Potresti aiutarmi un attimo con due profumi che ho formulato? Secondo te come sono? Se potessi darmi una mano te ne sarei grata, sono alle prime armi.

    Profumo 1:

    TESTA: bergamotto, arancio, limone
    Cuore: rosa e gelsomino
    FONDO: balsamo del perù e patchuli

    Profumo 2:

    TESTA: Mandarino, Bergamotto
    Cuore: Rosa, Osmanthus
    FONDO: Fava tonka balsamo del perù

    Che dici? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carla, grazie per averci scritto e complimenti per esserti buttata nell'arte dei profumi! Con i profumi siamo sempre tutti alle prime armi, il mondo delle essenze è così vasto e pieno di sfaccettature che non finiremo mai di scoprire cose sempre nuove! =)

      Allora cominciamo con il primo profumo:

      Hai scelto delle ottime accoppiate, qui però non hai indicato la quantità di ogni essenza quindi vado ad intuito su ciò che penso, casomai mi saprai dire tu se va bene o no. Con delle note di cuore così particolari hai fatto benissimo ad inserire il patchouli come nota di fondo, il balsamo del perù con le sue note vanigliate ben si sposa con la rosa ed il gelsomino (mi raccomando non esagerare con il gelsomino perchè è molto intenso e potrebbe infastidire, idem per il patchouli. Il bergamotto è più delicato rispetto all'arancio ed al limone, quindi puoi metterne qualche goccia in più. Secondo me risulterà un ottimo profumo da sera, con note orientali e agrumate.

      Per quanto riguarda il secondo profumo posso aiutarti un pò di meno in quanto ancora non ho avuto modo di sentire e provare l'Osmanthus e la Fava Tonka purtroppo.

      Un caro saluto
      DARIO&SIMONA

      Elimina
  3. salve vorrei farti una domanda lo so sarà stupida ma sono ai miei esordi ed ahimè sn negata in matematica ti chiedo un po di pazienza ed ancora scusa, ma vorrei sapere per realizzare un profumo da 50ml quanti ml di alcool servono?
    grazie mille e scusa ancora la mia ignoranza

    RispondiElimina
  4. Caro Anonimo, non devi scusarti per una domanda del genere anzi è sinonimo di intelligenza chiedere, soprattutto perché le materie prime usate per creare un profumo sono molto costose. Per rispondere alla tua domanda per fare 50ml di profumo devi usare 45ml di alcool (in quanto nella ricetta originale devi usarne 90 per 100ml di prodotto finale), 2,5ml di acqua distillata e 2,5ml di glicerina. Speriamo di esserti stati utili a presto
    D&S

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiaro, ma in merito alla percentuale di Oli Essenziali? Considerando che vogliamo fare un Eau de Parfum con la concentazioni di Oli al 10% ?
      45ml alcol, 2.5 glicerina, 2,5 acqua distillata. ma le gocce di Oli essenziali? Non saranno uguali ad un profumo di 100 ml. Sono un po' confuso scusatemi!

      Elimina
    2. Ciao Fontal, per capire la quantità di gocce da usare devi tenere conto di questo come spiegato su nell'articolo:

      1% significa 1 ml di OE (= circa 20 gtt)
      5% significa 5 ml di OE (= circa 100 gtt)

      gtt=gocce

      quindi supponendo che tu voglia utilizzare il 10% di oli essenziali devi usare circa 200gtt in totale tra le varie 3 note, sta a te poi scegliere gli oli ess. che più ti aggradano e far risaltare di più la nota che vuoi dare (floreale, agrumata ecc). Se fai un profumo da 50 ml basta dimezzare le dosi.
      Un saluto
      D&S

      Elimina
  5. Voglio produrre un profumo e venderlo sul mercato.
    Posso rivolgermi a Voi !? :-) :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvana! Grazie per averci scritto ma come potrai leggere alla risposta del commento anonimo qui sotto il tuo che faceva la stessa domanda, noi non ci occupiamo di vendita sul mercato.
      Un caro saluto
      D&S

      Elimina
    2. Salve non per scoraggiare quanti di voi intendono COMMERCIALIZZARE profumi,ma le normative vigenti e permessi sanitari sono ferrei, oltre al fatto che per produrli bisogna avere un laboratorio chimico attrezzato per la loro lavorazione e ovviamente deve essere a norma, in oltre bisogna essere o avere un socio che sia un perito chimico (almeno) totale di investimento per iniziare questa impresa lavorativa a partire dai 50.000,00€ in su! Auguri

      Elimina
    3. Grazie per le info Anonimo, noi le conosciamo bene tutte le normative infatti come abbiamo detto nel commento precedente noi non vendiamo ne produciamo profumi. Auguri anche a te a presto.
      D&S

      Elimina
  6. Come faccio se voglio un produrre un profumo e venderlo sul mercato !?
    Siete disponibili !? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Questo spazio virtuale lo abbiamo creato per condividere la nostra esperienza nell'hand made nel campo della cosmesi naturale e non ci occupiamo di vendita, qui puoi trovare notizie utili per creare dei profumi con oli essenziali da usare per uso personale o regalare ad amici, per la vendita sul mercato non possiamo aiutarti!

      Un caro saluto
      D&S

      Elimina
  7. Ciao, volevo chiedervi che criterio avete seguito per decidere 40 10 25 3 2! L' 80 l ' ho capito ma questo non ci riesco! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Si tratta delle quantità in gocce degli oli essenziali da usare in base al tipo di note che si vogliono dare al proprio profumo, ad esempio in questo caso lo si voleva più floreale e quindi si sono aumentate le gocce degli oli floreali, sono a titolo esempio, sta al proprio gusto personale la scelta sempre basandosi sulle proporzioni tra alcol e oli essenziali descritti nell'articolo.
      un caro saluto
      D&S

      Elimina
    2. P.S. in base al tipo di profumo che si vuole fare (parfum, colonia ecc...) sono indicate insieme alla percentuale di alcool da usare anche la % di oli essenziali, in base a questa percentuale sono state indicate sempre nell'articolo la quantità corrispettiva in gocce, ovvero ad esempio 1% di o.e = 1ml= 20 gocce, da qui ti regoli nelle quantità di gocce da usare per raggiungere un totale che è quello indicato in base al tipo di profumo da produrre! Speriamo di aver chiarito meglio il dubbio con questa spiegazione aggiuntiva :-)

      Elimina
  8. Salve volevo chiedervi un parere....Dato che non ho molti O.E. potrei provare a seguire il procedimento per realizzare un profumo, utilizzando delle fragranze?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Bruja, noi non abbiamo mai usato fragranze per creare un profumo e non possiamo dirti se è un bene o un male. Nelle nostre sperimentazioni abbiamo solo usato oli essenziali purissimi. Ma se fai degli esperimenti facci sapere siamo molto curiosi grazie e a presto.
      D&S

      Elimina
  9. ....Farò sicuramente qualche prova appena avrò un po di tempo perchè sono veramente curiosa... Approfitto per farvi i miei complimenti per il vostro operato, vi seguo con immenso piacere. Buon lavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bruja grazie ancora, ci fa piacere sapere che ci segui sempre...allora aspettiamo novità sulle tue sperimentazioni a presto.
      D&S

      Elimina
  10. Ciao D&S , ho letto e riletto , però mi sfugge una cosa. premetto che non ho mai fatto un profumo, però vorrei personalizzare uno per me. per non sprecare gli o.e. , e fare delle piccole prove su una fragranza finale di un profumo come devo fare ? metto in una boccetta scura un pò di alcool , e provo con gocce di o.e ? non vorrei buttarmi subito con 1 ml di o.e. non so se mi sono spiegata. grazie
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, per fare delle piccole prove usa delle piccole bottigliette come campioncino, come diciamo nell'articolo le dosi sono indicative ed ognuno può personalizzare come vuole, fai così: scegli gli oli essenziali che vorrai usare, in base al profumo che vuoi fare metti qualche goccia in più tipo 2 al max ad esempio di nota di cuore o di base se lo vuoi così e poi aggiungi 1 goccina dei restanti oli. Chiudi tutto e giorno per giorno annusa la tua composizione, mi raccomando man mano che aggiungi devi appuntarti tutto, dose per dose, anche se fai delle modifiche qualora non ti soddisfa la miscela fatta. Ripetiamo, non ci sono dosi fisse e programmate ma solo linee indicative per poi sbizzarrire la propria fantasia, le composizioni nascono a furia di prove e appunti e modifiche. Quando otterrai la profumazione che ti piace del tuo campione basta fare i calcoli in ml a partire dalle dosi che hai appuntato, facendo le proporzioni.
      Un caro saluto
      D&S

      Elimina
    2. Grazie mille che mi avete risposto. proverò cosi. però queste gocce di o.e. le metto in una piccola bottiglietta con alcool , oppure senza niente ?
      Silvia

      Elimina
    3. Ti consigliamo senza alcool così potrai apprezzare meglio la profumazione che crei, l'acol usalo solo quando farai la composizione completa nella quantità maggiore.
      D&S

      Elimina
  11. Salve, soprattutto volevo farvi i complimenti per come avete spiegato il procedimento :) sono un amante di profumi da sempre, ho diversi profumi, (10 in totale nella mia collezione) e preferisco i profumi dolci e caldi... quelli invernali. Ora, vorrei creare un profumo Mio, ed ho pensato di acquistare degli olii essenziali, ho l'olfatto abbastanza sviluppato, e conosco varie fragranze, quindi vorrei creare un eau de toilette che abbia come Note di testa : Lavanda - MAndarino verde , come Note di Cuore : Anice stellato e patchouli, e come Note di fondo : Incenso e Mirra.! Ho seguito questi olii seguendo le mie preferenze, secondo voi potrebbe piacere? e poi.. una domanda, Se l'olio ha una profumazione "Forte" consigliate meno gocce? Grazie mille :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, non abbiamo mai testato questa composizione fatta così e non possiamo dirti come risulterebbe con certezza. Ti conviene fare dei piccoli test cominciando a basse dosi fin quando non trovi quella più gradevole al tuo olfatto. Le note che tu definisci "forti" sono quelli di fondo ed hanno una buona resa a basse dosi quindi si non esagerare con quelle perchè rischi di coprire gli altri aromi. Tienici aggiornati sull'evoluzione della tua creazione! D&S

      Elimina
  12. Buongiorno volevo innanzitutto fare i complimenti per l'articolo poiché è interessantissimo e vorrei infatti piano piano approfondire l'argomento.

    Sto tentando di formulare un mio profumo che si avvicini il più possibile come note e fragranza all'ormai fuori produzione DAVIDOFF ECHO e per fare ciò mi sto basando sul sito fragrantica.com dove inserendo il nome del profumo ti indica le note olfattive presenti.

    A tal proposito avrei due domande da porre se è possibile un aiuto:

    1) Una delle note olfattive e la nota "Suede" ovvero "Pelle". So che viene prodotta sinteticamente ma volevo sapere se era possibile riprodurla in casa tramite qualche tecnica, sostanza o olio essenziale.

    2) Il profumo è composto da molte note speziate: peperoncino, pepe nero e noce moscata. Vorrei risparmiare qualche soldino per questo olio essenziali ed utilizzare le vere e proprie spezie. Quindi ti chiedo gentilmente se è possibile ottenere ciò con l'infusione nell'alcool? Se si in quali dosi mi consigli?

    3) Le note del profumo sono Pepe Nero, Noce Moscata, Peperoncino, Pelle, Muschio, Sandalo e Legno di Cedro. Se non ho capito male devo inserire po che gocce di muschio, qualcuna in più di sandalo e cedro e ancora di più di spezie o sbaglio? Sai indirizzarmi più o meno sul bilanciamento e le percentuali?

    Grazie Mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Per la nota Suede noi non l'abbiamo mai riprodotta, i profumi che facciamo sono stati finora prodotti con oli essenziali puri senza imitare altre profumazioni già esistenti sul mercato, inoltre non abbiamo mai fatto macerazioni alcoliche con le spezie perchè preferiamo utilizzare gli oli essenziali di pepe nero e noce moscata che esistono sul mercato, dato comunque il costo elevato dell'alcool da comprare. Inoltre l'olio essenziale di muschio e peperoncino non esistono, di muschio dovrebbe esserci qualcosa di sintetico ma bisogna accertarsi che sia per uso cosmetico.
      Grazie per averci scritto!
      Un saluto
      D&S

      Elimina
  13. Dove posso trovare l'essenza di iris non riesco a trovarla ..... inoltre come oli di partenza quali mi consiglieresti

    RispondiElimina
  14. Ciao! L'olio essenziale di Iris non esiste, si trovano solo delle fragranze sintetiche, bisogna accertarsi che siano per uso cosmetico, altrimenti sono tossiche.
    Come oli essenziali di partenza consiglierei lavanda, rosmarino, limone, timo, tea tree, ylang ylang, arancia, attenzione agli agrumati che sono fotosensibili e non ci si deve esporre al sole quando si utilizzano, è sempre consigliabile non utilizzare mai gli oli essenziali puri ma sempre veicolati in oli vegetali o preprazioni cosmetiche.
    un saluto
    D&S

    RispondiElimina
  15. Grazie mille, credo che questa sia una delle guide che descrive meglio le proporzioni del solvente in cui mettere gli olii essenziali!

    Vorrei approfittare della vostra esperienza e chiedere se la graduazione dell'alcol si sente all'olfatto. Ho paura che il profumo sembri più una grappa speziata :D

    In alternativa avevo letto di altri solventi (come il glicole propilenico), li avete mai provati?
    Grazie
    Sandman

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sandman, noi non abbiamo mai usato il glicole propilenico. Usando l'alcol tranquillo non saprà di grappa speziata, in quanto la giusta dose di olio essenziale o fragranze cosmetiche e l'attesa per amalgamare i nostri ingredienti, sembrerà di avere un profumo commerciale. Ora aspettiamo tue news e grazie per averci scritto.
      D&S

      Elimina
    2. Grazie a voi per aver dissipato il mio dubbio :)
      Ci vorrà tempo ma vi farò sapere.
      Sandman

      Elimina
  16. 1 sola goccia di Benzoino è sufficiente per la funzione di Fissatore su un profumo di 100 ml?!? Io Ho l'Olio essenziale di Benzoino. stassa cosa immagino.? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fontal, il Benzoino prima ancora di fare da fissatore è una nota di fondo, quindi persistente e intensa, noi come fissatore ancora non lo abbiamo mai usato, ti consigliamo comunque di cominciare con una sola goccia massimo due, vedi se ti piace come sta con il resto e se vuoi che risaltino ancora di più delle note di fondo vanigliate e dolci ne aggiungi di più, il fissatore oltre a svolgere questa funzione dona anche il suo tocco olfattivo quindi non esagerare con le dosi. Per i profumi più che l'olio essenziale noi sappiamo che si usa l'assoluto di Benzoino, puoi avere più notizie qui: http://www.aroma-zone.com/info/fiche-technique/absolue-benjoin-de-siam-aroma-zone#properties_uses
      un saluto
      D&S

      Elimina
  17. Grazie mille per le informazioni, ho comprato o.e. in Asia e volevo usarli per fare profumi, grazie ancora per i dosaggi e consigli.

    ps acqua/alcol/glicerina misurati a volume si miscelano senza raggiungere il volume totale (lo stesso problema del barman) è una questione chimico fisica non dell'evanescenza del profumo,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao grazie per averci scritto. Acqua, glicerina e alcool li devi misurare in ml.
      cari saluti
      D&S

      Elimina
  18. Ciao,
    riscrivo forse il messaggio per la seconda volta in quanto dovrei non aver effettuato l'accesso correttamente.
    Comunque volevo sapere,
    in questa eu de toilette floreale posso mettere solo la cannella come nota di fondo o è troppo irritante? Non la mirra o altro similare.
    Se volessi usare le fragranze già pronte, rispetto sempre la stessa percentuale indicata nell'articolo, giusto?
    L'eu de cologne è quella che comunemente chiamiamo "acqua corpo" ?
    Un'ultima cosa, l' oe di citronella appartiene alla categoria degli agrumi? E' tossico d'estate?

    Grazie, Francesca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francy, l'eau de toilette indicata su è solo un esempio per far capire il metodo di scelta, come regolarsi con le gocce ecc... mettere troppe gocce di cannella non lo consigliamo mai (non so se intendevi sommare le 3 di mirra alle due di cannella) magari scegli un'altra nota di fondo da mettere insieme alla cannella.
      Noi abbiamo sperimentato solo con gli oli essenziali puri, non abbiamo usato fragranze già pronte (bisogna poi sempre accertarsi che tali fragranze siano per uso cosmetico).
      L'eau de cologne possiamo assimilarla ad un'acqua corpo, in quanto ha la % di alcol più bassa di tutte.
      La citronella è considerata come fresca ed erbacea. Lo usiamo proprio in estate per tenere lontane le zanzare, non è tossica se l'olio essenziale è di ottima qualità, poi la reazioni agli oli essenziali è sempre soggettiva. Bisogna non usarli mai puri sulla pelle ma sempre veicolati, per l'assunzione via orale bisogna sempre rivolgersi ad un esperto, non non possiamo darti alcune indicazione al riguardo.
      un saluto
      D&S

      Elimina
  19. Risposte
    1. Ciao,
      alla fine ho fatto il profumo usando una fragranza di Aroma-zone. Ho seguito il vostro procedimento, pertanto ora il profumino sta riposando fra due settimane vi dirò come è andata. Adesso non ho la ricetta sotto mano, comunque ho fatto 33 ml di profumo seguendo una ricetta trovata su un altro blog. Una curiosità, ma il ph non si deve misurare???

      Elimina
    2. Ciao Francy, grazie per averci scritto allora attendiamo tue notizie per sapere come è andato l'esperimento. Nelle nostre ricerche non abbiamo trovato indicazioni sulla misurazione del ph.
      Un saluto
      D&S

      Elimina
  20. Salve a tutti!!
    Scusate, una domanda.. io ho una fragranza sintetica..
    Come faccio e cosa mi serve per crearne un profumo spray??
    Grazie mille..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena, noi usiamo solo oli essenziali, non abbiamo ancora provato con le fragranze, nell'articolo su trovi tutto il necessario elencato per creare un profumo spray, alcool ecc...
      un saluto
      D&S

      Elimina
    2. OCCORRENTE PER UN PROFUMO LIQUIDO

      BECHER DI VETRO TARATO ML
      CUCCHIAINI DOSATORI ML IN ACCIAIO INOSSIDABILE
      CONTAGOCCE
      IMBUTO MEDIO-PICCOLO
      OLI ESSENZIALI O ASSOLUTI
      ALCOL A 95°
      GLICERINA
      FISSATORE
      ACQUA DISTILLATA
      BOTTIGLIA DI VETRO SCURO
      VAPORIZZATORE SPRAY

      Elimina
  21. ho letto tutte le informazioni e mi sono risultate molto c ostruttive grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Vito per averci scritto
      D&S

      Elimina
    2. carissimi ,ho molta confusione nella mente per poter scegliere le essenze atte ad iniziare a produrre profumi ad uso proprio e,a limite,per dilettare alcu ne amiche e amici;fra i tanti produttori di essenze,fragranze ed oli da voi,bene descritti,quali mi consigliate per poter iniziare?grazie mille

      Elimina
    3. Carissimo Vito le migliori fragranze che abbiamo usato fino ad ora le abbiamo trovate su Glamour Cosmetics sito italiano oppure Gracefruit sito inglese. Se hai qualche dubbio su qualche fragranza chiedi pure, che se le abbiamo provata possiamo indicarti anche la resa. A presto e grazie per averci scritto.
      D&S

      Elimina
  22. Ciao volevo sapere se al posto dell'alcool si può usare un olio vegetale e quali sono le % di gtt di o.e. che consigliate. Grazie

    RispondiElimina
  23. ciao Berenice e grazie per averci scritto. Le % che vedi indicate sono relative alle formulazioni in alcool per il profumo. E' vero che l'olio vegetale è un vettore per gli oli essenziali ma in genere si miscelano ad esso per preparati aromaterapici da massaggio o cosmetici, quando parliamo di profumi nei termini del post usiamo l'alcool e non l'olio.
    Un caro saluto
    D&S

    RispondiElimina
  24. Buongiorno,
    Vorrei sapere dove posso acquistare l'occorrente per creare un profumo. Vi ringrazio e vi invio la lista dei desideri��
    BECHER DI VETRO TARATO ML
    CUCCHIAINI DOSATORI ML IN ACCIAIO INOSSIDABILE
    CONTAGOCCE
    IMBUTO MEDIO-PICCOLO
    OLI ESSENZIALI O ASSOLUTI
    ALCOL A 95°
    GLICERINA
    FISSATORE
    ACQUA DISTILLATA
    BOTTIGLIA DI VETRO SCURO
    VAPORIZZATORE SPRAY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Julienne puoi trovare tutti questi prodotti o comunque la maggior parte su vari siti in particolare Aromazone e Glamour Cosmetics. Facci sapere cosa troverai e se crei qualche nuovo profumo a presto.
      D&S

      Elimina
  25. Posso usare solo due fragranze o devo usare per forza tre o.e. per seguire lo schema?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Anonimo, questa scheda è dedicata agli oe ma niente è assoluto puoi provarlo e farci sapere. Se ci hai scritto sempre tu per sapere dove trovare la glicerina, puoi trovarla in farmacia o in ogni sito di materie prime. A presto. D&S

      Elimina
  26. salve volevo sapere se quesa essenza è esabile in profumeria

    RispondiElimina
  27. ciao mi chiamo Andrea ho trovato il vostro sito ed è bellissimo...sto cercando di fare un profumo ho preso su aromazone la fragranza monoi, alcool a 90 e glicerina.
    Vi chiedo SOS perchè ho buttato via sei volte tutto perchè non riesco a capire come fare con le dosi per un eau de parfum. Non ho capito come posso misurare in ml quindi userei una bilancia...per 50 ml come posso fare con tutti questi ingredienti?
    Quanto alcool metto, quanta fragranza e quanta glicerina?
    Potreste aiutarmi a fare questa ricetta perfavore?
    Ma 50 ml di alcool a quanti gr corrispondono?
    Spero possiate aiutarmi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Andrea, noi per i nostri profumi abbiamo usato oli essenziali e mai questa fragranza, oltre ad usare sempre e solo la misurazione in ml.
      Ci sono in commercio dei dosatori molto comodi tarati in ml da 5 fino a 100 che puoi usare. Per ottenere il peso in grammi puoi aiutarti con contenitori tarati 50-100ml e versando dentro il contenuto mentre sono sulla bilancia ottenere i grammi di ciò che cerchi.
      Ti consigliamo inoltre per un esempio di preparazione di visitare nella sezione PROFUMO del blog la ricetta a questo link http://freyakosmetik.blogspot.it/2012/07/eau-de-toilette-bouquet-de-fleurs-foto.html
      grazie per averci scritto
      D&S

      Elimina
  28. Per cortesia avrei necessità del Vs. aiuto: vorrei fare un profumo naturale (circa un litro di prodotto) da utilizzare nel periodo della caccia in foresta (da Ottobre fino a Febbraio-con la neve), che copra il mio odore umano per non essere fiutato dai selvatici presenti (orsi, lupi, cinghiali, cervi, caprioli, volpi, linci) durante il periodo di caccia sia d'inseguimento che fermo per ore in postazione a terra. Pertanto fare una specie di "profumo coprente" abbastanza forte da stendere con un poco di ovatta (quindi anche non spry) sopra i miei indumenti, sulle calzature, sulo zaino e sull'arma. Poichè vivo sui monti Carpazi, pensavo utilizzare come ingredienti quelli naturali che trovo in queste zone, ovvero fare un miscuglio di: aghi di abete, pino rosso, legno di pino,legno di faggio, resina dei pini, timo selvatico, mirtillo rosso o nero, funghi secchi, un poco di muschio delle rocce. L'eventuale presenza di alcool nel profumo può essere avvertita dai selvatici ? Mi va bene anche a base di acqua: in questo caso è meglio se mi procuro quella delle risorgive dove vivono i selvatici ? M'interessa che questo "profumo" sia forte ma non intensissimo ed abbia effetto per 7-8 ore, non serve di più , ovvero che questo "intruglio coprente" sia avvertito dai selvatici nel periodo di caccia. Devo conservare questo prodotto al buio ed al fresco in una bottiglia di vetro scuro ? Per quanto tempo prima di filtrare il tutto ? Mi bastano 5 mesi (fino a Settembre 2016) ? Nel frattempo devo agitare la bottiglia pressochè ogni giorno ? RingrazianvoVi davvero sentitamente, vogliate gradire i miei migliori ossequi. Gheorghe, Maramures

    RispondiElimina
  29. Ciao ho trovato il vostro sito e la vostra competenza stimolanti! Vi scrivo per chiedervi tre consigli, spero abbiate la pazienza di rispondermi...

    1. vorrei fare un profumo eau de parfum con oli essenziali, avrei questi, mi consigliate una ricetta? Gli oli sono: cedro, pimento, lavanda, rosmarino, ginepro, canfora, arancio dolce, sandalo, basilico, alloro, ylang ylang, pino silvestre. Mi piacerebbe creare un profumo seducente e avvolgente...

    2. se volessi fare so,o un profumo con ylang ylang o ylang ylang e arancio dolce quante gocce metto per creare un profumo che non sia puzzolente' Eventualmente con lo ylang cosa posso abbinare?

    Grazie

    Lara B.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lara e grazie per averci scritto e per le tue parole!

      1. Noi ci teniamo a dire che non formuliamo a richiesta le ricette di un profumo, ci limitiamo a darvi dei consigli su come orientarvi per crearlo da voi nei vari post a tema. Per un profumo seducente e avvolgente ti consigliamo di utilizzare sandalo, ylang ylang, rosmarino e cedro.

      2. Bisogna fare vari tentativi per capire il giusto dosaggio e non si può dedurre semplicemente in un commento. Quello che ti consigliamo è di non esagerare con l'ylang ylang perchè troppo potrebbe nauseare, fai delle piccole prove e vedi quale quantità di entrambi ti soddisfa l'olfatto.

      Rileggi con calma questo post in alto sulla formulazione, troverai le % in base al parfum o toilette, come calcolarle in gocce, info sulle note aromatiche e come abbinarle ecc... fare un profumo richiede studio e dedizione di tempo oltre a vari tentativi che vanno tutti appuntati per non sbagliarsi con le quantità.

      ti consigliamo per capire il nostro modo di formulare e la logica che ci sta dietro in base alle esigenze di ciò che vuoi creare di leggere anche:

      http://freyakosmetik.blogspot.it/2012/07/eau-de-toilette-bouquet-de-fleurs-foto.html

      http://freyakosmetik.blogspot.it/2012/07/note-di-fragranze-imparare.html

      Grazie per averci scritto!
      D&S

      Elimina
  30. buona sera a tutti, sono un maestro profumiere, non so nemmeno io come mi sono trovato in questo blog- ma voglio informarvi che siete lontanissimi mille miglia dalla cultura ,dalla preparazione teorica pratica- quest arte e arte piena di segreti, e comunque non possono reggere affatto da soli gli ogli (essenze) per la formulazione di un profumo. voi non avete idea .......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao "anonimo", ci teniamo a sottolineare che qui nessuno si è autoproclamato o eretto a maestro ultimo e assoluto di questa arte. Questo è il nostro spazio virtuale dove condividiamo esperienze personali ed info reperite su testi trovati in commercio, senza definire il tutto verità assoluta e inconfutabile.
      Se ti fa piacere dicci dove ti sei certificato e formato invece di entrare a gamba tesa in "casa nostra", rivolgendoti a noi con educazione e rispetto, atteggiamento che denoterebbe professionalità e maturità personale.
      Sicuramente ci saranno falle ed errori nelle cose che facciamo, siamo umani del resto e abbiamo sempre detto che non siamo "maestri" ed abbiamo rispetto per chi si è formato per anni e vuole consigliarci o suggerirci cose utili, sicuramente non in anonimato e senza prove che certifichino il proprio percorso formativo e senza spiegare "ovviamente non del tutto" quale siano i procedimenti giusti .
      Cordiali saluti
      D&S

      Elimina
  31. Salve una domanda nell'elenco dei prodotti consigliato oltre ad acqua distillata, e glicerina,consigliate il FISSATORE vorrei sapere che prodotto èquesto fissatore e dove poterlo acquistare.
    grazie molte Claudio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudio, perdona l'attesa se guardi più in basso verso la parte finale dell'articolo, c'è proprio un link che ti rimanda al più classico fissatore per profumi. Puoi acquistarlo su qualsiasi sito online. Grazie per averci scritto.
      D&S

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...