08 giu 2013

SAPONE LAVANDA E CAMOMILLA

SAPONE RILASSANTE


Un profumato saluto ai nostri lettori! Oggi inauguriamo la nostra nuova sezione "I SAPONI DI FREYA" con una creazione molto semplice.
Le piante usate per questa ricetta sono molto importanti in ambito cosmetologico, per i loro effetti lenitivi e calmanti: stiamo parlando della Lavanda e della Camomilla.



E' una ricetta molto facile da fare, e potete sostituire qualsiasi altra pianta rispetto quelle già citate, ora passiamo ai nostri ingredienti:

FORMULAZIONE

olio di oliva 780gr
olio di cocco 130gr
cera d'api 20gr

acqua demineralizzata 300gr
idrossido di sodio 132gr   (sconto del 5%)

AL NASTRO

olio essenziale di lavanda 10ml
fiori di lavanda q.b.
fiori di camomilla  q.b.



PROCEDIMENTO:
prima di tutto mettiamo guanti, occhialini e mascherina, il sapone è amore, genialità e passione ma bisogna usare le giuste precauzioni. Bisogna essere molto concentrati e come prima cosa mettiamo sul tavolo solo gli ingredienti che ci servono. 
Pesiamo la nostra acqua demineralizzata e mettiamola in un contenitore di vetro, ora pesiamo l'idrossido di sodio (soda caustica) che potete reperire in qualsiasi ferramenta, aggiungiamola dentro l'acqua,  con un cucchiaio cercate di mescolare i due ingredienti e quando vedete l'acqua limpida, mettete un panno di cotone sul contenitore oppure riponete il contenitore in un'altra stanza, in quanto i vapori prodotti da questi ingredienti non sono molto salutari. 


La temperatura ottimale che deve raggiungere l'acqua e soda è di 40°-38°, quindi nel frattempo che aspettiamo iniziamo a pesare gli altri ingredienti, in questo caso olio di oliva e olio di cocco. 
A  parte sciogliamo a bagnomaria la cera d'api (facciamo questo procedimento, perché la cera deve raggiungere temperature più alte e quindi rischieremmo di riscaldare troppo gli oli, ed avere poi difficoltà per raffreddarli). Quando la cera si è fusa aggiungiamola agli oli, che precedentemente avevamo messo sul fornello per scaldarli. Poi usiamo il minipimer per amalgamare oli e cera in maniera tale da evitare la formazione dei grumi (in quanto la cera a contatto con gli oli tenderebbe a solidificarsi). A parte abbiamo anche sciolto il burro di karitè con il bagnomaria, per averlo pronto per la fase di nastro.


Quando le temperature dei due liquidi coincidono, versiamo la soda e l'acqua dentro gli oli, all'inizio usiamo una frusta in silicone per amalgamare gli ingredienti e subito dopo iniziamo a frullare con il minipimer. Una volta raggiunto un nastro leggero (ovvero la pasta di sapone vi deve sembrare una crema pasticcera semi cremosa) uniamo il burro di karitè, l'olio essenziale e i petali di lavanda e camomilla, e continuiamo a frullare, ma solo per pochi secondi. Una parte della pasta di sapone l'abbiamo inserita in un contenitore, dove avevamo in precedenza sciolto l'ossido con una parte degli oli che stavamo riscaldando, in maniera da avere un composto omogeneo. Versiamo la parte bianca nello stampo, opportunamente rivestito con carta forno, e per finire solo sulla parte più alta del sapone mettiamo la pasta colorata ed i fiori.


CONSIDERAZIONI PERSONALI:
dopo 48 ore, abbiamo tolto il sapone dallo stampo, il suo aspetto al tatto è molto sodo (ricordate di toccare il sapone solo con indosso dei guanti, visto che la soda non è completamente evaporata).
Anche per il taglio abbiamo avuto difficoltà perché il sapone era duretto, il profumo di lavanda ha invaso tutta la stanza.
Lasciate stagionare il sapone minimo 6 settimane, ma ricordate più il tempo passerà più il sapone sarà bello. 
Se avete dubbi su come si saponifica, vi consigliamo un gruppo di talentuosi saponai, creato dalla nostra amica Marisa, ed ora non ci resta altro che dirvi: buon sapone a tutti!



La fonte della bellezza è dentro ognuno di NOI!

Creazione di DARIO&SIMONA


Sei interessato al nostro libro e vuoi saperne di più? Clicca qui!



Clicca qui per vedere i nostri video sul canale youtube di Brigantia Channel.

Clicca qui per andare alla Pagina Facebook dedicata al nostro libro "Cosmesi Naturale".

Segui Freya Kosmetik su Facebook: Freya Kosmetik's page
Ci trovi anche su Twitter: @FreyaKosmetik
Ci trovi anche su Pinterest:  Profilo Pinterest Freya Kosmetik

Creative Commons License

Il contenuto di questo blog, testi, foto, formulazioni, è protetto da licenza sui diritti d'autore rilasciati da Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported  License E' vietato utilizzare le opere qui contenute senza citare gli autori ed il blog come fonte e senza esplicita autorizzazione richiesta  a Dario e Simona, è altresì vietato modificare le opere contenute in Freya Kosmetik.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare. Si declina ogni responsabilità per allergie individuali verso gli ingredienti descritti.  

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...